Roma Sparita - Roma nuda

Roma nuda


‘N amico nun ce sta che me po consolà stasera
m’attacco a ‘sta città che s’è addormita già da ‘n ora
cammino su de lei, su strade uguali a pelle scura
si poi se sveglierà, io certo nun je posso fa’ paura…
Roma nuda…
scusa si perdo lacrime pe’ strada
mal che vada fa finta che so’ gocce de rugiada
piuttosto che sta’ solo dentro al letto
vado randagio in quarche vicoletto
cammino a piedi scarzi, armeno finchè t’arzi
dormi e vedrai che manco me sentirai
Roma nuda…
nun me poi di’ de no, so’ disperato
casa è vota, c’era ‘na donna che m’ha rovinato
Me basta sta’ così all’angoletto de ‘sta strada
chissà che a dormì qui domani io nun m’enventi ‘n artra vita.
Roma nuda…
Me basta sta’ così all’angoletto de ‘sta strada
chissà che a dormì qui domani io nun m’enventi ‘n artra vita.
Roma nuda… Roma nuda… Roma nuda…

Franco Califano 1977

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *