Roma Sparita - La panzanella

La panzanella


La panzanella

È una canzone stupida,
senza senso.
Anzi col doppio senso,
che è pure peggio.
Dice: “Ma allora che la canti a fà”?
Così. Perché si.
Perchè me so’ stancato
de st’impegnato, programmato,
condizionato dal significato indurcinato
che va scavato, spiegato, psicanalizzato.
Me so’ stufato.
Mo convie’ canta’.
Poichè l’estate c’è
anche per me che resto qui
a casa mia,
embe’, che male c’è se sveglio il gatto
e invito Nella a farmi un po’
di compagnia.

Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…

Così aspetto che
insieme al fresco salga su
il mio tesoro.
Ma si, che male c’è
se Nella prende il pane e l’olio
e fa su e giù col pomodoro.
Se gli altri
vanno al mare
a Santa Marinella,
mbe’, Nella sta qui,
le faccio fa’
la Panzanella.
Na sera non poteva
e venne la sorella.
Mbe’, ao’, que è!
L’ho messa lì,
io’ fatto fa’
la Panzanella.

Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…

Bona, anche la sorella
fa una buona Panzanella.
Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…
Poichè la luna c’è
e s’è fermata proprio qui
sul mio balcone,
embe’, che male c’è
se mentre aspetto que vie’ Nella
gioco un po’ col mio micione.
C’ho un gatto
che é una bellezza!

Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…
No perchè è il mio,
ma appena lo vedi te innamori, eh!
Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…

Ah! C’ha pure la coda!
A Ne’, embe’ que è,
m’hai detto statte bono che
mo te ristoro,
a Ne’, mbe’, com’è
che il pane resta tutto a me
e in mano a te c’è il pomodoro.
Se gli altri
vanno al mare
a Santa Marinella,
mbe’, oh, Nella sta qui,
le faccio fa’
la Panzanella.
Na sera non poteva
e venne la sorella.
Embe’, hm!
L’ho messa lì,
io’ fatto fa’
na Panzanella.
Ma quando l’ha saputo
s’è arrabbiata Nella.
E mo’
che posso fa’,
me fo’ da me
la Panzanella

Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…
Beh, certo, da soli
è un’altra cosa.
Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…

Quando c’è Nella
è più bona la Panzanella.
Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…

Ma che,
me volete di
come se fa la Panzanella?
L’ho inventata io!
Ve saluto.
Ciao!

Ah, la Panzanella,
Panzanella, nella, ne…

Nino Manfredi 1979
Autore Stefano Jurgens

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *