Roma Sparita - Non lasciare Roma Roma Sparita - Non lasciare Roma

Non lasciare Roma


Ao’ semo arrivati pure ar Duemila
Ne è passata di acqua sotto i ponti, eh?
E quanti ne ho visti de tramonti, tramonti…

Ma Roma, Roma mia tu non tramonti mai
Io già son privilegiato,
potrebbe dì che a Roma ce so’ nato

Er turista, er pellegrino, er burino de passaggio,
tutti quanti c’hanno il miraggio
de potè un giorno aritornà

Eh, c’è chi gira il mondo intero,
chi viaggia pe’ na vita
ma è una cosa risaputa,
Tutte le strade porteno qua.

Parigi è bella, la Torre Eiffel
è bella Londra con le bombette lungo le strade
è bella Madrid con il flamenco
e la Florida con le sue spiagge, Miami Beach

Ma quando vieni a Roma, ma quando vieni a Roma
ma quando vieni a Roma…

Non lasciare Roma senza baciare una romana
non lasciare Roma senza gettare un soldo nella fontana

Vola vola vola vola di fantasia
Vola vola vola e tutto in fondo è già poesia
Ma quando vieni a Roma per non lasciare Roma

Portati a casa questo stornello che sempre Roma dentro al cuore sentirai
Capirai, c’è er Colosseo, i Fori Romani, piazza San Pietro ao’!

Monaco è bella, l’Oktober Fest
Le bionde come la birra
Come Lili Marlen

E’ bella Rio, il Carnevale
E le sue donne che ti conquistano in samba in samba in samba
Ma quando vieni a Roma, altro che samba

Non lasciare Roma….

Roma Caput Mundi!
Non è mica Castro dei Volsci,
dove son nato io e che amo molto

Ma quando vieni a Roma per non lasciare Roma
Portati a casa questo stornello e sempre Roma dentro al cuore sentirai
Io ve saluto, se vedemo nel terzo millennio
E se non se vedemo, fate che sia per colpa vostra!

Nino Manfredi
Autori: Dall’impronta data negli anni ’50 dall’autore Mario Panzeri completata a fine anni ’90 da Franco Fasano, arrangiatore Claudio Zitti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *