Er canto dei carcerati


A tocchi, a tocchi, la campana sona
Li turchi so’ sbarcati a la marina
Chi cià le scarpe rotte l’arisola
io me l’ho arisolate stamatina

Come te posso amà
Come te posso amà
Si esco da ‘sti cancelli
Quarchiduno l’ha da pagà

Amore, amore, manname ‘n saluto
Sto a Regina Coeli carcerato
D’amici e da parenti abbandonato
Me sento ‘n povero arbero sparuto

Come te posso amà
Come te posso amà
Si esco da ‘sti cancelli
Quarcheduno l’ha da pagà

Si er Papa me donasse tutta Roma
Er principe Borghese la Mentana
Me dicesse lassala a chì t’ama
Io je direbbe no Sacra no

Come te posso amà
Come te posso amà
Si esco da ‘sti cancelli
Quarcheduno l’ha da pagà

Lando Fiorini

1 Response

  1. Antonio ha detto:

    Ma che romanesco è..? L’innacquamnento è intollerabile…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.