Roma Sparita - Dopo una notte insonne

Dopo una notte insonne


Dopo una notte insonne ho calcato con passo solenne le rovine del Foro; il mio sguardo abbracciava ogni angolo memorabile dove era passato Romolo, dove aveva declamato Cicerone, dove era caduto Cesare; e molti giorni di esaltazione furono perduti o goduti prima che potessi adattarmi ad un’osservazione distaccata e minuziosa.

Edward Gibbon, storico inglese (1737 – 1794)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *