Roma Sparita - A le sposette

A le sposette


‘Sto libro, forse, non avrà importanza,
però pe’ le sposette cià valore,
giacchè per imbroccà le vie del core
se pja la scorciatora de la panza.

In fatto de cucina, l’eleganza
consiste soprattutto ner sapore,
e specie si lo sposo è un amatore
più che la forma conta la sostanza.

La sposa ormai se deve da convince
che ne le beghe de la vita a due,
si cià er fornello facile, pò vince.

E si lo sposo svicola e ciriola,
pe’ consegnà le marachelle sue,
nun resta che pijallo pe’ la gola.

Aldo Fabrizi, introduzione al libro “La pastasciutta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *