Roma Sparita - Lo Smemorato

Lo Smemorato


Che voi che ce stia drento ar cervello
d’un omo che se scorda d’esse lui,
che nun conosce più l’amichi sui,
nè socera, nè moje, nè fratello.

E tutti ‘sti scienziati de cartello
ch’hanno capito? Cavoli! per cui,
che je fa’ de sapè se è questo o quello?

Eppoi succede spesso e volentieri
ch’ogni tanto, quarcuno, pe’ prudenza,
se scorda quer che è stato infino a jeri.

Una prova lampante è er mi padrone:
da quanno che lo chiameno eccellenza,
nun se ricorda più d’esse’ un cojone.

Trilussa

3 Responses

  1. Bellissima! Come la maggior parte delle poesie di Trilussa.

  2. Descrizione perfetta dell’Alzheimer. Viva Tri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *