Roma Sparita - La Festa de' Noantri

La Festa de’ Noantri


Nel pieno dell’estate c’è una festa antica che anima le vie di Trastevere, è la festa de’ Noantri. Già il nome denota il fortissimo attaccamento dei Trasteverini a questa festa: Noantri è proprio “Noi altri” in contrapposizione a “Voi altri”, ovvero a tutti coloro che vivono in altri quartieri, è quindi una festa speciale del Rione.
Le origini della festa sono molto antiche, almeno a partire dal 1535, e sono avvolte in un alone di leggenda. Si racconta infatti che, dopo una furiosa tempesta, fu rinvenuta nei pressi della foce del Tevere una statua della Madonna scolpita in legno di cedro. Chiamata per questo motivo “Madonna Fiumarola” fu donata ai carmelitani (da cui il titolo di Madonna del Carmine), della Chiesa di San Crisogono a Trastevere e divenne la madonna protettrice dei Trasteverini. La Statua fu poi trasferita nella Chiesa di Sant’Agata, dove tutt’ora si trova.

Ogni anno, il primo sabato dopo il 16 luglio, la statua della Vergine, ricoperta di gioielli e abiti preziosi, viene portata in processione per le strade del rione fino alla chiesa di San Crisogono, dove rimane per otto giorni (l’ottavario dell’adorazione), per tornare poi nella chiesa di Sant’Agata.
La pesante macchina su cui era portata la statua nelle due processioni è stata portata a spalla, per un lungo periodo, da giovani detti “cicoriari” perchè raccoglitori di cicoria a Campoli, un paese nei pressi di Frosinone. In seguito fu istituita una speciale confraternita, detta “dei portatori”, che ogni anno si contendeva il privilegio di portare la Madonna, versando per questo ingenti somme di denaro.
Le centinaia di persone che seguivano la processione si riversavano poi nelle strade, dove erano sistemati dei tavolini, per mangiare e bere vino. Numerosi erano anche i venditori di cocomeri, grattachecche e fusaje.

26 Responses

  1. flora ha detto:

    Quanti ricordi questa festa ,i ricordi di nonno,di San Cosimato,degli scappelloti quando passava la Madonna,del compare di mio padre che portava la Madonna. ….nonno era di via della scala e la madre aveva il banco di pesce a san Cosimato…quanto mi mancano quei tempi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *