Poesie Archivio - Pagina 12 di 20 - Roma Sparita | Storia e Cultura

Category: Poesie

3

Lo Smemorato

Che voi che ce stia drento ar cervello
d’un omo che se scorda d’esse lui,
che nun conosce più l’amichi sui,
nè socera, nè moje, nè fratello.

E tutti ‘sti scienziati de cartello
ch’hanno capito? Cavoli! per cui,
che je fa’ de sapè se è questo o quello?

3

La Guera

Poesia di Checco Durante: La Guera

Senti, sarò ignorante, nun contesto,
ma, scuseme, viè qua, famme capace,
seconno te la guera cià er pretesto
che s’ha da fa p’assicurà la pace.
Insomma pe’ sta in pace su la tera
nun c’è che un modo: s’ha da fa la guera.

1

La creazzione der monno

« La creazzione der monno

L’anno che Gesucristo impastò er monno,
Ché pe impastallo già c’era la pasta,
Verde lo vorze fà, grosso e ritonno,
All’uso d’un cocommero de tasta.

Fece un zole, una luna e un mappamonno,
Ma de le stelle poi dì una catasta:
Su ucelli, bestie immezzo, e pesci in fonno:
Piantò le piante, e doppo disse: “Abbasta”.

Me scordavo de dì che creò l’omo,
E coll’omo la donna, Adamo e Eva;
E je proibbì de nun toccaje un pomo.

Ma appena che a maggnà l’ebbe viduti,
Strillò per dio con quanta voce aveva:
“Ommini da vienì, sete futtuti” »

(Giuseppe Gioacchino Belli, sonetto n. 165, La creazzione der monno)

1

Li debbiti

Se seguita così, so’ rovinato!
Ora viè l’esattore cor bijetto,
ora arriva un uscere cor precetto
pe’ quarche conto che nun ho pagato.

Oggi, appena so’ uscito, ho rincontrato
er solito strozzino che m’ha detto:
“Se nun pagate subito l’effetto
darò l’incartamento a l’avvocato…”

Sempre una storia! E nun te dico er resto!
Ogni giorno un avviso de cambiale,
ogni giorno un avviso de protesto.

Banca d’Italia…Banca Commerciale…
Ma come! in un momento come questo?
Dove sta la concordia nazzionale?

1

Natale de guera

Poesia di Trilussa, Natale de Guera

Ammalappena che s’è fatto giorno
la prima luce è entrata ne la stalla
e er Bambinello s’è guardato intorno.
– Che freddo, mamma mia! Chi m’aripara?
Che freddo, mamma mia! Chi m’ariscalla?…

0

La distrazione de Cupido

Poesia di Trilussa: Dormivo da un par d’ore
quanno intesi un fruscio vicino ar letto:
accenno er lume e vedo un angioletto
ch’era proprio Cupido, er Dio d’Amore.
– Che voi? – je chiedo; e quello,
che stava pe’ tiramme una frecciata,
come me vede sbotta una risata

6

Inviti a cena

INVITI A CENA
Aldo Fabrizi

Uh chi se vede! Hai rotto la clausura ?
A dì la verità non esco mai …
Perchè? Ma co’ ‘sto traffico in do’vai ?
A uscì de casa c’è davé paura

Capisco …Sai. sarà l’età matura
Ma dentro casa, scusame, che fai ?
Che fò? fò l’abbonato de la RAI
e incretinisco dentro a quattro mura…

Vedemese,’ na sera..Come no!
Se famo du’ spaghetti Volentieri..
Ciao! Ma telefonamose però!

E mentre se saluteno già sanno,
che tutt’e due pe’ l’ansie e li pensieri
Domani manco se ricorderanno

1

Rime di rapa ripassate in padella

Poeti der Trullo:
A Roma è la cucina a falla da padrona
Quella culinaria è un’arte bella e bòna
Però pe’ magna’ bene ce vòle ‘a compagnia
Noi, tra ‘n piatto e ‘n artro, ve dimo ‘sta poesia

2

L’arte di prender moglie

L’arte de pijà moje, da una parte,
è la cosa più facile der monno;
e Adamo e Eva quanno se sposònno
fecero tutto quanto senza l’arte…
Che ce vô a pijà moje, in fine in fonno?
Vôi sposà ’na regazza? Fai le carte,
vai in chiesa, a Campidojo, poi se parte
pe’ fà tutte le cose che ce vonno.
Ritorni; doppo un anno, a bon bisogno,
te nasce un pupo che nun t’assomija,
quattro cazzotti… e questo è er matrimogno.
Ma noi de ’st’arte ce n’avemo tanta:
nun volemo sapé come se pija,
voressimo sapé come se pianta.

5

A certi critici

Siccome pe’ parlà’ bene de uno
sete usi a aspetta’ che prima more,
io che, seconno voi, nun so’ nessuno,
me fo un augurio che vie’ su dar core.
Per evitavve de prova’ er rimorso
de perde tempo a stroligà’ la mente
pe’ potè’ mette assieme un ber discorso,
p’affermà’ ch’ero bravo e inteliggente,
pe’ favve risparmià’ tutti ‘st’affanni,
ogni giorno che passa prego Dio
che me facci campà ‘n’antro po’ d’anni,
cosí er discorso ve lo faccio io.

Checco Durante